Panorama 1
02 - Il nome del Comune
Image

Il Nome del Comune

Non sappiamo quale nome avesse l’abitato siculo esistito sul pianoro della balda rocciosa sud-occidentale dell’Etna. Nei pressi di un antico tempio del dio siculo Adrano.

Il tiranno Dionisio I (405-367a.c.) di Siracusa, nel fondare (400 a.c.) una cittadella nel sito della città sicula, la chiamò Adranon, dal nome del dio che si adorava.

In età romana e latina (263 a.c.) – 476 d.c.) l’abitato si chiamò Hadranum. 

Nell’età barbarica (476 d.c. – 536 d.c.) forse conservò il nome latino con qualche deformazione: Aterno ?

Nell’età saracena che, per il nostro comune, va dal 950 al 1705 circa, si chiamò Adarnu o Adarna.

Nell’età normanna aveva tre nomi simili: quello latino curiale-ecclesiastico di Hadranum, quello latino medioevale di Adernio (Adernionis) e quello greco-bizantino di Adriano.

Nell’età angioiese pare che alla francese si chiamasse Adernò.

Da quest’età e fino al 1929 si chiamò Adernò e quindi Adrano, anche se da una seduta consiliare del 12/11/1864, appare che il consigliere don Nunzio Inzerilli avesse proposto al di ridare al comune di nome di Acdrano: “Signori, egli diceva, il nome che distingue il nostro suolo natio è stato sommerso dall’ignoranza dei tempi, la nostra storia ci ricorda il vero. Chi di noi non conosce dall’antico tempio di Adrano aver preso questa patria nostra?...

Su tali riguardi propongo che si facessero pratiche, onde ottenersi il primo nome di Adrano, che ci ricorda numerose gesta”.

Non sappiamo che fine abbia fatto l’eroica proposta”

La continuità storica del nome è stata indice della continuità storica dell’abitato, come possiamo, tra l’altro, dedurre dalla seguente frase dello storico Fazello. “fuisse verso Adernionem, id quod olim Adranum vocabant” che vuol dire: “Adernò fu proprio quel centro che una volta chiamavamo Adrano” (“De Rebus Sicilis”, Dec. II cap. X)

Libri su Adrano
Chiese ...
Museo ...
Foto Antiche